AGRIGENTO. Emergenza rifiuti, il sindaco: “Situazione indecente”

Si riporta di seguito la dichiarazione del sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, sul protrarsi dell’emergenza rifiuti.

“E’ indecente – scrive Zambuto – lo stato in cui si trova la mia città ed ancora più indecenti sono le ragioni che lo hanno determinato. I responsabili dovranno rendere conto alla legge per questo vile oltraggio che sta subendo Agrigento.

Sabato scorso – spiega il sindaco – abbiamo profuso il massimo impegno per pervenire all’elezione del nuovo amministratore unico della GE.S.A. AG 2, con il voto unanime dell’assemblea dei sindaci e del Presidente della Provincia, e per consentire l’erogazione dell’acconto di duemila euro per ciascun lavoratore (importo che copre quasi per intero le due mensilità arretrate), ottenendo la disponibilità dei lavoratori al loro ritorno in servizio.

Mi accorgo – aggiunge – che ancora questa mattina non è  ripreso il lavoro e mi chiedo quali siano le reali ragioni del protrarsi di quest’astensione selvaggia: per quanto tempo deve ancora continuare questo gioco sulla pelle dei cittadini onesti?

Credo che l’autorità giudiziaria – conclude Zambuto – debba approfondire anche questo aspetto della vicenda, mentre attendo che i competenti organi dello Stato intervengano immediatamente per attivare quanto previsto dalla legge dal momento che il protrarsi dell’astensione continua a creare problemi alla tutela della salute dei cittadini e per i connessi motivi di ordine pubblico”.