SINDACATI. Contratto collettivo nazionale, soddisfatta la Cisl di Agrigento

Il segretario provinciale della Flaei – Cisl di Agrigento Lillo Cipolla esprime una valutazione positiva per il risultato ottenuto dalla contrattazione nazionale per il rinnovo del Contratto collettivo nazionale sia sulla parte normativa che economica.

Nei prossimi giorni le segreterie provinciali di Flaei , Filcem e Uilcem, avvieranno le assemblee nei posti di lavoro di tutto il territorio provinciale per illustrare l’ipotesi d’intesa. “Si è trattato di un rinnovo difficile – ha commentato Cipolla –  partito in maniera anomala, con la presentazione di tre piattaforme sindacali separate, che ha trovato uno sbocco unitario opportuno per conquistare un risultato economico e normativo in perfetta aderenza all’Accordo interconfederale sottoscritto lo scorso anno. Il “gioco negoziale”, infatti, si è sviluppato con il tentativo delle Imprese di introdurre ulteriori flessibilità e abbassamenti dei trattamenti, contrapposto alla richiesta di un incremento economico salariale adeguato (applicando correttamente i meccanismi della Riforma) e all’insieme di miglioramenti normativi contenuti nelle Piattaforme rivendicative.   Un risultato al top dei rinnovi finora chiusi, in linea con la tradizione degli Elettrici.

Un rinnovo che consegue i punti salienti della Piattaforma Flaei e della caratterizzazione Cisl”. Per quanto concerne la parte economica è previsto un incremento di 157 euro sulla retribuzione. I minimi – al parametro medio 248,5 – aumenteranno secondo la seguente ripartizione: 1° marzo 2010,    € 40 • 1° gennaio 2011, € 45, 1° gennaio 2012, € 45, 1° luglio 2012  € 27. Inoltre, 4 Euro alla Previdenza integrativa, 360 Euro per l’allineamento del periodo di vigenza a quello degli altri Contratti del Comparto Energia.