SCIACCA. Spaccio hashish e furto scooter, arrestato 23enne

Continua l’opera di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti da parte dei Carabinieri della Compagnia di Sciacca. Dopo gli arresti delle scorse settimane  questa volta a finire nella rete dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile cittadino è stato Mario Di Benedetto, ventitreenne saccense già noto agli ambienti investigativi per precedenti reati contro la persona ed il patrimonio.

Il Di Benedetto è stato sorpreso dai militari in servizio nello storico quartiere di San Michele proprio mentre, a bordo di uno scooter, cedeva una dose di sostanza stupefacente del tipo hashish ad un acquirente. All’intervento dei militari è conseguita la fuga del Di Benedetto dapprima a bordo della moto e poi, dopo una rovinosa caduta, a piedi per le viuzze del centro storico. Le ricerche dei militari non hanno comunque tardato a dare i loro frutti, infatti il fuggitivo è stato successivamente rintracciato e catturato dai Carabinieri che già avevano recuperato lo stupefacente di cui il giovane si era disfatto scappando.

Inaspettato invece lo sviluppo degli eventi. Proprio in caserma dove l’arrestato era stato appena tradotto per la compilazione degli atti e dove era stata trasportata anche la moto per il conseguente sequestro, si è presentato un giovane con l’intenzione di denunciare il furto del suo motociclo avvenuto poche ore prima. Con gradita sorpresa il giovane ha riconosciuto proprio la moto parcheggiata nel piazzale della caserma e dopo la presentazione della denuncia di furto ha potuto far ritorno a casa a bordo del mezzo restituito.

Il Di Benedetto oltre che dell’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti dovrà quindi rispondere anche del furto dello scooter. L’arrestato è stato infine tradotto presso la casa circondariale di Sciacca a disposizione del magistrato di turno presso la locale Procura della Repubblica.