AGRIGENTO. Il Consiglio comunale esprime solidarietà al carabiniere ferito e all’Arma

A seguito del ferimento del carabiniere Diego Gamberoni, il presidente del Consiglio comunale di Agrigento Carmelo Callari, in una nota esprime la solidarietà personale e dell’intero Consiglio all’Arma dei Carabinieri.

In merito all’increscioso episodio che ha visto soccombere, innocentemente, nell’esercizio delle proprie funzioni istituzionali il carabiniere Diego Gamberoni rimasto vittima del folle sconsiderato gesto di un giovane psicolabile, esprimo all’Arma dei carabinieri la mia solidarietà e quella dell’intero civico consesso.

Il fatto accaduto – si legge in una nota – di per se, è gravissimo, ingiustificabile, visto che è stata messa a repentaglio la vita di un giovane lavoratore che ha scelto una professione nobile ma rischiosa. Ho il piacere di rivolgere un invito al Carabiniere Diego Gamberoni che, se vorrà, una volta guarito, potrà  essere gradito ospite nel mio ufficio di Palazzo di Città, per ricevere un attestato di onorificenza. 

Concludo questo mio intervento, osservando e facendo osservare che in Italia, ogni giorno, migliaia di lavoratori sono esposti a simili pericoli e, quindi, non posso esimermi dal fare una breve riflessione che mi conduce a dovere affermare, purtroppo, che nell’aria c’è un “ nervosismo “ che trova terreno fertile nella mente di molte categorie di persone disagiate e disperate che non hanno un lavoro, una casa e che non sono in grado di soddisfare le primarie esigenze proprie e della propria  famiglia.

Per cui è auspicabile che la “ politica “, oggi alquanto ed inopinatamente litigiosa, si soffermi per affrontare dovutamente e compiutamente il fenomeno della disoccupazione e del disagio sociale”.