VIABILITA’. Anas: aggiudicati in via definitiva i lavori per la Ss 640

Oggi l’Anas ha aggiudicato, in via definitiva, i lavori per l’ammodernamento e l’adeguamento a quattro corsie della strada statale 640 “Di Porto Empedocle”, nel tratto compreso tra il km 44 della strada esistente, in località Grottarossa, e lo svincolo di Imera dell’autostrada A19 “Palermo-Catania”, sottopassando in galleria l’abitato di Caltanissetta, per un’estensione complessiva di 28,2 km.

 

“Dopo appena otto mesi dalla pubblicazione del bando di gara sulla Gazzetta Ufficiale – ha dichiarato il Presidente dell’Anas, Pietro Ciucci – ci apprestiamo a dare avvio a un intervento che prevede un investimento complessivo del valore di 990 milioni di euro  (di cui 787 milioni per lavori), finalizzato al potenziamento della statale 640, considerata da Anas una dorsale strategica per la viabilità siciliana, rappresentando il collegamento diretto tra i capoluoghi di Agrigento e Caltanissetta. Con l’affidamento di questa gara, Anas dimostra ancora una volta di profondere sull’isola un enorme impegno. Per quanto riguarda la Sicilia infatti – ha continuato Ciucci – tra lavori programmati, in corso o di prossimo avvio, sia per la realizzazione di nuove opere che per la manutenzione di quelle esistenti, Anas ha investimenti per circa 5 miliardi di euro, senza considerare il Ponte sullo Stretto”.

 

La gara è stata aggiudicata secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa ponderando, oltre al prezzo, che ha avuto una rilevanza del 50%, altri importanti fattori, quali il pregio tecnico, le caratteristiche ambientali e il contenimento dei consumi energetici e dei costi di manutenzione e utilizzazione dell’opera ultimata. Per il solo monitoraggio ambientale sono stati previsti circa 2 milioni di euro.

 

Il bando di gara prevedeva inoltre una spesa di quasi 400 mila euro, non soggetti a ribasso, da destinare all’attuazione di idonee misure volte al perseguimento delle attività di prevenzione e repressione della criminalità e dei tentativi di infiltrazione mafiosa.

 

La gara è stata aggiudicata, in via definitiva, all’Associazione Temporanea di Imprese costituita dalla mandataria C.M.C. Cooperativa Muratori e Cementisti di Ravenna, dalla C.C.C. Società Cooperativa, con sede a Bologna, e da Tecnis SpA, con sede a Tremestieri Etneo, in provincia di Catania.

 

Il Contraente Generale avrà a disposizione, per l’esecuzione dei lavori a partire dalla data di consegna, 1550 giorni, 180 dei quali per lo sviluppo del progetto esecutivo e per le prestazioni propedeutiche ai lavori e successivi 1370 giorni per l’esecuzione dei lavori.

 

La strada statale 640 è inserita nel Programma delle Infrastrutture Strategiche, approvato dal CIPE nel 2001, da realizzare secondo le procedure della Legge Obiettivo mediante affidamento a Contraente Generale.

 

La statale costituisce l’itinerario preferenziale tra la Sicilia sud-occidentale e l’anello autostradale siciliano fra i tre principali centri metropolitani dell’isola, costituito dalle Autostrade A18 “Messina-Catania”, A19 “Palermo-Catania”, A20 “Messina-Palermo”.

 

Il 25 febbraio dello scorso anno erano stati consegnati i lavori relativi all’adeguamento a quattro corsie del primo tratto della statale, compreso tra i km 9,800 e 44,400, da Agrigento a Caltanissetta (in località Grottarossa), per una lunghezza complessiva del tratto ultimato pari a circa 31,200 km, più corto rispetto al tracciato attuale di oltre 3 km, prevedendo alcuni tratti in variante.

 

A lavori conclusi la statale, attualmente composta da un’unica carreggiata con una corsia per ogni senso di marcia, diventerà una strada a doppia carreggiata, con due corsie per senso di marcia separate da spartitraffico e con una larghezza totale di 22 metri.