AEROPORTO AGRIGENTO. Arnone: “Nessuna volontà del Governo Berlusconi di realizzare l’infrastrruttura”

“Meritoria l’iniziativa di Adragna sull’aeroporto. Messo a nudo l’ennesimo bluff del centrodestra. Mi auguro per la sua salute che adesso D’Orsi non ritorni in tenda”.

Lo afferma il consigliere comunale degli ecologisti democratici di Agrigento Giuseppe Arnone. “Ho assistito sconcertato alla seduta del Senato ove il Governo Berlusconi è stato costretto a rispondere, grazie ad un’iniziativa del senatore Adranga, in ordine all’affaire dell’aeroporto di Agrigento.

Purtroppo la risposta è stata una non-risposta: il Governo Berlusconi, forse perché  dominato dalla Lega, non ha impiegato una parola per confermare le parole vuote dette ad Agrigento dai berlusconiani in favore dell’aeroporto.

Appare evidente – prosegue Arnone – che non vi è nessuna volontà, proprio nessuna dal Ministero dei Lavori pubblici di occuparsi di questa struttura. Grazie ad Adragna è venuto fuori che da Roma ed Agrigento volassero solo balle, balle grandi come aerei e non aerei di linea nazionale ma transoceanici da 500 posti a salire! Aspettiamo adesso le iniziative che assumerà D’Orsi al quale facciamo auguri di pronta guarigione.

Una nota comica – conclude il consigliere ecologista – a rispondere in Senato sull’aeroporto è stato il viceministro con delega ai trasporti marittimi forse per affrontare definitivamente questo progetto dell’aeroporto”.