POLITICA. Cemento depotenziato, Adragna (Pd): “Ignorato mio ddl su commissione d’inchiesta”

“Fin dall’ottobre 2009, dopo che un crollo sull’autostrada Gela-Caltanissetta aveva provocato tre vittime, ho presentato un disegno di legge per l’istituzione una commissione d’inchiesta sul calcestruzzo depotenziato, vera piaga degli appalti nelle opere pubbliche ben da prima degli arresti odierni. Purtroppo, sebbene il governo e questa maggioranza avessero tutti gli strumenti, incluso il mio ddl, per intervenire, nulla da allora è stato fatto”.

Lo ha dichiarato il senatore del PD Benedetto Adragna commentando l’operazione “Doppio colpo” condotta tra Lombardia e Sicilia da carabinieri e guardia di finanza.

“Ora leggo tante dichiarazioni – ha aggiunto Adragna – anche di autorevoli esponenti del centrodestra siciliano e nazionale che chiedono provvedimenti, ma è lecito chiedersi perché lo facciano solo ora. Mi auguro che, dopo la diffusione della mappa delle opere a rischio, onde evitare altri tragici eventi, s’intraprendano tutti i provvedimenti necessari per debellare la piaga del cemento depotenziato. In ogni caso, nel ringraziare i magistrati per l’opera svolta, non si può non notare quanto una certa politica sia in ritardo rispetto ai bisogni dei cittadini e del Paese”.