CRONACA. Beccato con la cocaina, cattolicese arrestato a Palermo

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Palermo hanno arrestato un giovane di Cattolica Eraclea con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Si tratta di C. S., 30 anni, incensurato. I carabinieri lo hanno fermato, durante un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, mentre viaggiava a bordo della sua auto in via Villagrazia a Palermo. Nel corso della perquisizione veicolare sono stati rinvenuti circa 23 grammi di cocaina che secondo l’accusa erano destinati allo spaccio. Così per il giovane cattolicese di sono aperte le porte del carcere dell’Ucciardone di Palermo.

Durante l’interrogatorio di garanzia svoltosi davanti al Gip del Tribunale di Palermo, Maria Pino, Sciortino, assistito dal suo legale di fiducia, avvocato Pietro Piro, ha respinto l’accusa di spaccio sostenendo che la cocaina era esclusivamente per uso personale. Il Gip ha convalidato l’arresto riservandosi di decidere in ordine all’applicazione della misura cautelare in carcere, il difensore dell’indagato ha chiesto al giudice una misura meno afflittiva. Nello stesso contesto d’indagine denunciati altri due cattolicesi, di cui non sono state resen note le generalità, sorpresi, sempre a Palermo, con circa 1,5 grammi di cocaina per uso personale.