AGRIGENTO. Presentato progetto Euterpe, D’Orsi: “La Provincia vicina alla scuola”

“Nonostante le ristrettezze di bilancio – ha detto il presidente D’Orsi nel corso della conferenza stampa di presentazione del progetto musicale Euterpe – la Provincia sarà sempre vicina alla scuola per contribuire a migliorare la formazione dei nostri ragazzi”. Eugenio D’Orsi nel suo intervento ha messo in risalto l’importanza didattica dell’iniziativa che vedrà ad Agrigento qualcosa come quattro mila ragazzi provenienti da ogni scuola d’Italia.

A presentare l’iniziativa, in un sala del collegio dei Filippini, oltre al Presidente della Provincia Eugenio D’Orsi, il Sindaco Marco Zambuto, l’ispettrice scolastica Giovanna Zaffuto, l’assessore provinciale alla Cultura Sergio Indelicato, il vice sindaco di Agrigento Massimo Muglia ed i dirigenti scolastici Patrizia Marino, Natalino Proto e Stefano Tesè. Euterpe, Mediterraneo in musica inizia oggi e per l’intera settimana verranno fatto concerto nelle vie e nelle piazze della città Sabato prossimo, 22 maggio, grande serata finale al Palacongressi.

“La manifestazione che coinvolge le scuole di primo grado ad indirizzo musicale – ha detto il presidente D’Orsi – ha una grande importanza culturale e di interscambio tra questi ragazzi amanti della musica. Il grande rapporto umano prodotto dall’iniziativa giunta alla sua sesta edizione e già assurta a livelli nazionali, aumenta il confronto e la voglia di fare coinvolgendo anche le famiglie e quindi innesca quel triangolo scuola, famiglia, società civile”.

Sergio Indelicato, assessore provinciale alla cultura ha commentato positivamente questa importante iniziativa “Quando si punta sulla scuola ogni investimento, anche piccolo, dà i suoi frutti. Bisogna proprio sviluppare una nuova cultura del fare, attraverso lo studio della musica. E la formula di artisti in piazza è il successo stesso dell’iniziativa in quanto questi giovanissimi musicisti dando vita a questi concerti nelle vie e nelle piazze della città riescono a dare colore al grigiore stesso della vita”.