RIBERA. Elezioni comunali, l’appello del democratico Giuseppe Mazzotta

Riceviamo e pubblichiamo l’appello di Giuseppe Mazzotta, candidato al Consiglio Comunale di Ribera.


GARANZIA DEMOCRATICA

Agli elettori democratici Riberesi

La situazione pirandelliana venutasi a creare a Ribera ha generato grande confusione e smarrimento, con un unico candidato sindaco ed un insieme di forze politiche, che sembrerebbero appoggiarlo, insieme ad un altro candidato finto.
Assurdo, ma anche con un solo voto, Pace sarà sindaco.
L’unica battaglia da combattere rimane quella per l’elezione dei consiglieri comunali.
Si è definita di fatto una condizione tale per cui nessuna forza politica sembrerebbe svolgere il ruolo di opposizione, garanzia democratica necessaria alla certezza di regolarità nelle scelte amministrative.
Non si può essere controllati e controllori allo stesso tempo.
Le forze del centro sinistra, in questo balletto, sono state in parte escluse dalla competizione elettorale.
Resta in lizza un’unica lista di riferimento del Partito Democratico (Democratici e Liberi), dato che l’altra lista di riferimento PD (Progetto Democratico) è stata esclusa dalla competizione elettorale.
Nella lista superstite di riferimento del PD, Democratici e Liberi, fra gli altri, vi sono tre candidati iscritti al Partito Democratico, fra cui io.
Lo stesso giorno in cui sono stati dichiarati alcuni fatti gravi che avevano portato all’esclusione dell’altra lista di riferimento del PD (Progetto Democratico), io avevo rimesso la mia candidatura al segretario provinciale, affinché mi desse istruzioni sul comportamento da seguire.
Considerato l’alto rischio per la democrazia, se non dovessero essere elette rappresentanze di centro sinistra e del Partito Democratico nel Consiglio Comunale, nell’attesa di superiori decisioni, ritengo di dovermi assumere comunque la responsabilità di raccogliere le istanze di sostegno che provengono dall’elettorato del centro sinistra.
Bisogna creare una barriera al qualunquismo dilagante ed al comodo e tendenzioso disimpegno.
L’invito proveniente da più versanti mi impegna ad assumere, in coscienza, la decisione di procedere alla ricerca di consensi intorno alle candidature del centro sinistra, per trovare un argine di controllo e garanzia democratica alla pericolosa prospettiva di quinquennio monocratico.

Giuseppe Mazzotta