UNIVERSITA’. Agrigento, è scontro nella politica: polemiche tra consiglieri di enti diversi

Università di Agrigento: è sempre più alta la polemica che si accende nella politica locale.

Da un lato i consiglieri provincia­li Ivan Paci e Mario Lazzano che hanno assunto una precisa posi­zione critica sulla gestione del Consorzio universitario. Dall’al­tro il consigliere comunale Fran­cesco Alfano che difende l’opera­to del Cupa. I primi due intendono inoltrare un’interrogazione per conoscere come viene gesti­to il Consorzio, il perché delle nu­merose disfunzioni lamentate da studenti e docenti della strut­tura di Calcarelle, alla luce della recente conferenza stampa del professore Villa e soprattutto sul­le prospettive che si aprono con questa nuova gestione.

Per Laz­zano e Paci il consiglio provincia­le ha il dovere di essere informato sul funzionamento dei corsi, il collegamento della struttura uni­versitaria con l’Ateneo palermi­tano. Francesco Alfano dal canto suo rileva la grande importanza che il Polo universitario ha per lo sviluppo della società agrigenti­na, per la grande occasione che offre ai giovani per la realizzazio­ne del loro futuro ed alle famiglie per la possibilità di fare studiare i figli nonostante la crisi econo­mica. «Chiedo che si apra un di­battito con urgenza in consiglio comunale, scrive, in presenza della giunta. Si deve discutere, conclude, sulla eventualità di de­legare alcuni consiglieri comuna­li per incontrare la dirigenza del Polo, professori e studenti per fa­vorire una azione comune sul mantenimento della facoltà».

Da: Giornale di Sicilia