SCIACCA. Il sindaco Bono pronto ad iniziative clamorose contro l’aumento delle tasse

“Pronto a iniziative anche eclatanti, assieme all’Anci (Associazione dei Comuni) e ai Sindaci siciliani di ogni schieramento politico, per protestare contro gli ennesimi, pesantissimi tagli delle risorse finanziarie ai Comuni decisi dal Governo nazionale con l’ultima manovra finanziaria.

Il Governo Berlusconi, riducendo drasticamente i trasferimenti agli Enti Locali, costringe i Sindaci a scelte impopolari come quella di tagliare servizi pubblici essenziali oppure di aumentare i tributi locali”. E’ quanto dichiara il sindaco di Sciacca Vito Bono nell’evidenziare la preoccupazione di tanti sindaci non solo siciliani, di centrosinistra e di centro destra, pronti tutti alla mobilitazione. “E’ un grido d’allarme trasversale  – aggiunge il sindaco Vito Bono -. Lo stesso presidente dell’Anci Sicilia Roberto Visentin è intervenuto dicendo che i Comuni sono allo stremo e che se dovessero passare gli ennesimi tagli (che si aggiungerebbero a quelli pesanti degli anni passati), i sindaci rischiano di non essere più in grado di gestire neanche l’ordinaria amministrazioni. Parole che preoccupano chi ha la responsabilità della cosa pubblica. L’Anci sta valutando manifestazioni di protesta. I sindaci sono pronti a scendere in piazza, a fare le barricate. E sono pronto anche a consegnare la fascia tricolore al Prefetto o a raccogliere le firme contro chi costringe i sindaci a chiedere sacrifici ai cittadini, ad aumentare i tributi locali o a tagliare servizi pubblici per far quadrare i conti”.