AGRIGENTO. Approvato il Piano Territoriale dal consiglio provinciale

Il Consiglio Provinciale, presieduto da Raimondo Buscemi, ha approvato il Piano Territoriale Provinciale con 21 voti favorevoli, due no ed un solo astenuto. Approvato anche un altro importante strumento operativo : l’adozione del piano provinciale di gestione dei rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi con 22 voti a favore, due no ed un astenuto.

Rinviata alla prossima seduta la discussione sulle modifiche da apportare al regolamento sul procedimento amministrativo.

Come illustrato il direttore del settore, Michele Giuffrida,  si tratta di alcune disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché norme in materia di processo civile. Il Legislatore ha introdotto importanti novità alla legge 241 del 1990 per quel che concerne i termini dei procedimenti amministrativi e le sanzioni per i ritardi nell’enamazione dei provvedimenti che devono essere recepiti nel regolamento. Sull’argomento è intervenuto il consigliere Orazio Guarraci che al termine del proprio intervento ha proposto il rinvio dell’argomento ad una prossima seduta: Il Consiglio ha approvato il rinvio.

In segno di protesta i consiglieri Antonino Spoto e Carmelo Avarello abbandonavano l’aula “Giglia”.

In precedenza il consigliere Roberto Gallo nel proprio intervento aveva sostenuto la necessità e l’urgenza  di approvare lo schema di massima del piano territoriale provinciale. Per Gallo “ Si tratta di un provvedimento importante che apre nuovi scenari sul territorio provinciale”.

La seduta di ieri, molto proficua, era stata aperta con la discussione di due interrogazioni relative alla viabilità provinciale. La prima quella presentata del consigliere Nicolò Testone relativa alla provinciale 32 che collega ribera a Cianciana ed Alessandria della Rocca e l’altra del consigliere Antonino Spoto per la Sp Siciliana – Raffadali.

A dare risposte alle interrogazioni è stato lo stesso assessore provinciale alla viabilità, Luca Salvato il quale per quanto riguarda la Sp Ribera – Alessandria della Rocca ha assicurato che si stanno cercando soluzioni idonee in base alle disponibilità del Bilancio dell’Ente, mentre per la provinciale Siciliana – Raffadali si è in attesa della stipula del contratto con la ditta appaltatrice per la consegna dei lavori di sistemazione e messa in sicurezza.

I lavori del Consiglio sono stati aggiornati a martedì prossimo 8 giugno.