CATTOLICA. Oggi i Ris a casa dell’anziana morta dopo la rapina

Si è  svolta ieri davanti al Tribunale delle libertà di Palermo l’udienza sulla scarcerazione della badante cattolicese Santa Mulone, 59 anni, arrestata il 27 maggio scorso per rapina e lesioni aggravate che avrebbero causato la morte di Anna Fasulo, pensionata di 85 anni.

La revoca dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere o la concessione di una misura cautelare meno afflittiva è stata chiesta dagli avvocati difensori della donna Santo Lucia e Pietro Piro. I giudici del riesame si sono riservati per la decisione che potrebbe arrivare tra venerdì e sabato.

E mentre si resta in attesa dei risultati dell’autopsia eseguita a Foggia, oggi a Cattolica Eraclea arrivano i carabinieri del Ris di Messina per effettuare i rilievi all’interno dell’abitazione dell’anziana donna morta il 16 aprile scorso pare a causa degli aggravamenti dovuti a un colpo in testa ricevuto il 20 marzo scorso. Secondo la Procura della Repubblica di Agrigento a colpire l’anziana per rapinarla dei 30 mila euro nascosti nel vano doccia sarebbe stata la sua badante che, però, rispondendo al Gip ha respinto le accuse.