GIUSTIZIA. Agrigento, sciopero dei magistrati contro i tagli del Governo Berlusconi

Hanno aderito allo sciopero 35 magistrati su un totale di 41 in atto in servizio tra Tribunale, Procura della Repubblica ed Ufficio di Sorveglianza, pari all’85% complessivo.

La sottosezione dell’Anm di Agrigento comunica che oggi si è svolta l’astensione dei magistrati dalle attività giudiziarie per esprimere le ragioni di critica e di dissenso nei confronti della manovra economica approvata dal Governo.

I magistrati aderenti all’astensione si sono impegnati nel ridurre al minimo i disagi dei cittadini, rispettando il rigoroso codice di autoregolamentazione della categoria, garantendo la trattazione dei processi con imputati detenuti e di tutti i processi urgenti civili e penali. La forte presa di posizione assunta dalla magistratura è stata resa necessaria per rappresentare all’opinione pubblica le gravi iniquità contenute nella manovra che paralizza l’intero sistema giudiziario, scredita e mortifica il personale amministrativo, svilisce la dignità della funzione giudiziaria e mina l’indipendenza e l’autonomia della magistratura.