SANITA’. Sos ospedale di Ribera, mobilitazione contro il ridimensionamento

Prosegue la raccolta di firme a favore dell’ospedale di Ribera “che viene sempre più dequalificato e ridimensionato”.

L’iniziativa, che ha già riscosso ampi consensi, è promossa da Rino Di Carlo e Nicola Ciccarello in collaborazione con altri attivisti. Circa tremila le firme già raccolte nel sit-in permanente davanti l’ospedale di Ribera, la petizione popolare sarà estesa nei paesi limitrofi interessati alla struttura ospedaliera e domenica prossima farà tappa a Cattolica Eraclea in Piazza Umbarto I dalle ore 17:30 in poi.

“Siamo stanchi delle notizie altalenanti sull’ospedale di Ribera, siamo d’accordo che bisogna combattere gli sprechi, ma non si deve speculare sui bisogni della gente. Salute e istruzione sono servizi inalienabili su cui non si può transigere”, scrivono nella lettera da inviare con le firme al presidente della regione Lombardo, all’assessore regionale alla Sanità Russo, al direttore dell’Asp di Agrigento Oliveri e al sindaco di Ribera Carmelo Pace.

“L’ospedale riberese – hanno aggiunto – è punto di riferimento indispensabile per tutti l’hinterland, bisogna salvarlo.Diteci la verità, abbiamo il diritto di sapere, qual è il futuro del nostro ospedale per la nostra salute e la nostra dignità”.