CATTOLICA. Sorpreso con l’hashish aggredisce i carabinieri, ventenne in manette

E’ stato arrestato ieri pomeriggio ad Eraclea Minoa, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed altre ipotesi di reato, Giovanni Brunettini, 20 anni, disoccupato del luogo.

Il ragazzo bloccato da carabinieri e guardia di finanza in una delle strade di accesso alla spiaggia di Eraclea Minoa e sarebbe andato in escandescenze cercando di evitare la perquisizione. Poi si è dato alla fuga nel corso della quale avrebbe estratto dagli slip tre dosi di hashish ritrovate per terra dai militari, ma subito dopo è stato acciuffato da uno dei carabinieri operanti il quale, durante una colluttazione, è rimasto ferito al braccio e alla mano con lesioni guaribili in 15 giorni. Nella successiva perquisizione domiciliare sono state rinvenute a casa del ragazzo altre otto dosi di hashish per un peso complessivo di dieci grammi circa.

Per il giovane, difeso dall’avvocato Pietro Piro, è così scattato l’arresto per detenzione e spaccio di droga, lesioni personali aggravate, resistenza e violenza a pubblico ufficiale e il successivo trasferimento nel carcere agrigentino di contrada Petrusa dove resta a disposizione dell’autorità giudiziaria.