ESTATE SICURA. Vertice in Prefettura per la sicurezza sulle spiagge agrigentine

Tutela dell’ambiente e del territorio, prevenzione degli incendi, quindi anche lotta al “campeggio selvaggio” nelle pinete agrigentine.

Un vertice sulla sicurezza della fascia costiera che va da Eraclea Minoa a Scala dei Turchi si è svolto ieri alla Prefettura di Agrigento. E oggi viene effettuato il primo sopralluogo nelle pinete per passare alla fase operativa del coordinamento dei servizi di ordine pubblico e sicurezza per la stagione estiva. A chiedere al prefetto Umberto Postiglione la convocazione di una conferenza di servizi il presidente dell’Unione dei Comuni di Cattolica Eraclea, Montallegro, Siculiana e Realmonte, Giuseppe Manzone, e i sindaci Cosimo Piro, Mariella Bruno e Piero Puccio. Oltre ai primi cittadini all’incontro col prefetto hanno partecipato i carabinieri della compagnia di Agrigento, gli uomini della capitaneria di porto di Porto Empedocle, quelli del corpo forestale e i rappresentanti dell’Azienda regionale foreste demaniali, gli stessi che in queste ore stanno già lavorando nella pineta compresa tra Bovo Marina ed Eraclea Minoa per individuare insieme ai tecnici comunali un’area da adibire a parcheggio.

“La prima cosa che stiamo cercando di fare è la creazione dei posteggi vista la massiccia presenti di turisti che affollano le nostre spiagge e le nostre pinete– spiega il presidente dell’Unione e sindaco di Montallegro Giuseppe Manzone -. Inoltre avvieremo iniziative a tutela dell’ambiente e  della sicurezza delle persone contrastando, con apposite ordinanze e con l’applicazione delle leggi già in vigore, il fenomeno del campeggio disordinato in aumento nelle nostre pinete, perché riteniamo – sottolinea – che sia molto pericoloso per via dell’alto il rischio di incendi, quindi faremo di tutto per evitare, in particolar modo nella settimana di Ferragosto, eventuali tragedie che potrebbero capitare quando in pineta ci sono migliaia di presenze senza regole e controlli. Promuoveremo  un turismo eco-sostenibile – aggiunge il presidente Manzone – che punti alla pulizia e al rispetto del territorio e soprattutto alla sicurezza delle persone, stiamo cercando di regolamentare una volta per tutte la fruizione turistica delle nostre spiagge e pinete, adoperandoci insieme all’Azienda forestale anche per la realizzazione delle aree attrezzate permettendo così una migliore fruizione del bosco”.