RIFIUTI. Piccoli Comuni chiedono a Gesa Ato Ag2 un piano per la riduzione dei costi

“Riduzione dei costi e più efficienza del servizio integrato dei rifiuti per garantire salubrità e igiene pubblica”.

E’ la sintesi del documento stilato ieri in un incontro svoltosi a Santa Elisabetta dai sindaci dei piccoli Comuni soci della Gesa Ato AG2 Spa che si sono riuniti, spiegano in una nota, “al fine di dare un contributo al redigendo bando per l’affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti dell’autorità d’ambito”.

Hanno partecipato all’incontro il sindaco Joppolo Giancaxio, Salvatore Lo Dico, di Sant’Elisabetta, Enzo Milioto, di Sant’Angelo Muxaro, Giuseppe Leto, di Realmonte, Pietro Puccio, e il vice sindaco di Siculiana Giuseppe Zambito. “Dalla discussione – si legge nella nota – è emersa la necessità di ridurre i costi del progetto proposto dai tecnici della Ge.s.a. Ag.2 S.p.a.  mediante una rimodulazione del servizio  in grado di  garantire la salubrità ed l’igiene pubblica, più aderente alle esigenze dei Comuni ed economicamente sostenibile da parte dei cittadini contribuenti.

Le proposte progettuali dei Comuni  – prosegue il comunicato – hanno rilevato una considerevole riduzione dei costi rispetto al piano originario tale da permettere la sostenibilità finanziaria della spesa e  sociale della tassa  nel  pieno rispetto della normativa di settore così come previsto dalla l.r. 9/2010”.