CATTOLICA. Controlli dei carabinieri, perquisite alcune case con i cani antidroga

Indagini in corso. Qualcuno, in paese, nel pieno della notte tra giovedì e venerdì scorsi, ha fatto un brutto risveglio con l’irruzione dei carabinieri e dei cani antidroga e antiesplosivo all’interno della propria abitazione.

I militari della stazione locale – guidati dal maresciallo Liborio Riggi con il coordinamento del capitano Giuseppe Asti, comandante della compagnia di Agrigento – con l’ausilio dei cani dell’unità cinofila dell’Arma dei carabinieri di Palermo, sono piombati all’interno delle abitazioni di qualche persona del luogo, su cui probabilmente gravano dei sospetti, con un mandato di perquisizione per armi e droga.

Le perquisizioni domiciliari e veicolari eseguite dai carabinieri hanno avuto esito negativo: di sostanza stupefacente o di esplosivo in quelle case non ci sarebbe stato nemmeno l’odore. Ma per qualcuno, la paura, sembra essere stata davvero tanta. Continuano le indagini dei carabinieri.