IMMIGRAZIONE. Agrigento, progetto sull’inclusione sociale e l’integrazione lavorativa

Mercoledì 6 ottobre, a partire dalle ore 16, presso l’ex collegio dei Filippini viene presentato il progetto sull’inclusione sociale e l’integrazione lavorativa di richiedenti asilo e vittime di tratta denominato “SaviAv”.

Si tratta di una “rete” transnazionale che ha lo scopo di aiutare i soggetti richiedenti asilo politico e quelli vittime di tratta ad integrarsi pienamente nella nostra società.

Dopo la presentazione del progetto, seguirà un dibattito sul tema: “Richiedenti asilo e minori stranieri non accompagnati”, introdotto dal saluto del sindaco di Agrigento Marco Zambuto e moderato da Diego Avanzato; sono previsti gli interventi da parte di Giovanni Lattuca, Dirigente dei servizi sociali del comune di Agrigento, di Antonella Basilone, rappresentante per la nostra regione dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati e di Donato Notonica presidente dell’associazione culturale “Acuarinto”.

Il dibattito sarà integrato con la proiezione del cortometraggio “Il mio nome è Samir” e dalla presentazione del rapporto di ricerca “ERMES”.

L’ iniziativa è stata preceduta da una visita nella nostra regione dei rappresentanti di Germania, Svezia, Spagna, Grecia e Belgio e delle regioni Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Sardegna e Sicilia tutti aderenti al progetto “SaviAv”, che saranno presenti domani ad Agrigento.