AGRIGENTO. Resoconto del Consiglio comunale

Dopo che l’Amministrazione comunale ha esposto le bandiere a mezz’asta in segno di lutto, anche il Consiglio comunale, ha voluto commemorare con un minuto di raccoglimento, prima dell’inizio della seduta di ieri sera, i quattro militari italiani morti in una imboscata in Afganistan.

Subito dopo, il presidente Carmelo Callari, ha espresso la solidarietà dell’intero Consiglio comunale al corpo dei vigili urbani di Agrigento che, nei giorni scorsi, ha subìto atti di intimidazione riconducibili alla proficua attività di corretta gestione del territorio; la seduta successivamente si è articolata con le comunicazioni alla Presidenza da parte di alcuni consiglieri (Burgio, Cirino, Arnone, Vella e Cordova) e con l’accantonamento del punto inerente l’ordine del giorno, a firma del consigliere Arnone, sul piano relativo allo spostamento degli impianti di trasmissione radiotelevisiva e telefonici con primario riferimento al sito della Rupe Atenea; su detto argomento, il citato consigliere, ha chiesto la presenza dell’assessore comunale Passarello per dei chiarimenti rispetto ad un recente provvedimento adottato dall’Amministrazione comunale.

La seduta è proseguita con un’articolato dibattito sull’autoregolamentazione del Consiglio finalizzata alla programmazione delle singole sedute in base alla disponibilità temporale di ogni consigliere. Su tale argomento si sono registrati gli interventi dei consiglieri Arnone, Raccuia, Calabrese, Alfano, Picarella, Gramaglia, Hamel e Vita. Successivamente l’Aula ha votato favorevolmente la proposta del consigliere Cirino di convocare la prossima seduta a martedì 19 ottobre.