AGRIGENTO. Confindustria e Camera Commercio ricordano il maresciallo Guazzelli e il sovrintendente Di Lorenzo

All’indomani dell’arresto del latitante sono intervenuti il Presidente Vittorio Messina ed il Presidente Catanzaro per dichiarare: “Sapere che il pericoloso criminale tratto in arresto ha soppresso la vita di uomini dello Stato come il Maresciallo Guazzelli dei Carabinieri ed il Sovrintendente Di Lorenzo della Polizia Penitenziaria , rende l’idea del valore dell’opera compiuta e contestualmente dell’alterazione che la nostra civiltà per colpa di pochi subisce”.

A quanti, come Guazzelli e Di Lorenzo, che hanno tributato con la loro vita la meritoria opera di servizio al nostro Paese esprimiamo sentimenti di apprezzamento per l’opera compiuta anche a servizio degli operatori economici che sanno di poter contare sulle attenzioni dello Stato.

Auspichiamo hanno concluso Catanzaro e Messina che l’assenza di latitanti nella nostra provincia diventi un vero e proprio omaggio nei confronti  del maresciallo Guazzelli e del sovrintendente Di Lorenzo e di coloro che hanno perso la vita per liberarci dal condizionamento criminale”.