MAFIA. Arresto messina, il plauso del Pd agrigentino alle forze dell’ordine

“La cattura del capo mafia Gerlandino Messina, tra i trenta ricercati più pericolosi di Italia, è l’ulteriore segnale della forza e della professionalità delle nostre forze dell’ordine”. Lo afferma Emilio Messana a nome di tutto il Pd agrigentino di cui è segretario provinciale.

“L’Arma dei Carabinieri – prosegue il comunicato di Messana – ha assicurato alla giustizia un criminale che si è macchiato di delitti efferati e ignominiosi, uno su tutti l’omicidio del mai dimenticato maresciallo Giuliano Guazzelli. Il suo sacrificio e quello di chi è stato colpito dalla barbarie mafiosa non sono mai stati vani.

L’arresto e la potenza della notizia seguono di pochi giorni l’analisi allarmata della DIA nazionale riguardo alla perniciosa invadenza della mafia nei gangli istituzionali ed economici della nostra provincia.

La repressione ad opera delle forze dell’ordine e della magistratura è una garanzia per la nostra comunità ed il nostro territorio. Siamo consapevoli che accanto ad essa le forze politiche e sociali devono agire per scongiurare l’infiltrazione e l’inquinamento mafioso.

La teoria di appalti e di imprese sotto il controllo di cosa nostra agrigentina, i nessi tra mafia, politica, economia rivelati dalle numerose inchieste giudiziarie, richiedono una assunzione di responsabilità e una rinnovata mobilitazione contro la mafia e per la legalità nella nostra provincia, alle quali le forze politiche e sociali devono attendere con sempre maggiore vigore e consapevolezza.

E’ importante – conclude il segretario provinciale del Pd – che la nostra comunità si stringa attorno alle forze dell’ordine che, con grandi sacrifici e a rischio della vita, ogni giorno lavorano per consentire alla nostra democrazia di crescere e rafforzarsi, la brillante operazione sia da sprone per quanti si battono per l’affermazione del diritto e della libertà e serva da monito a chi ancora crede e persegue nella violenza e nella prevaricazione mafiosa”.