SCUOLA. Anche ad Agrigento proteste contro la riforma Gelmini

Anche ad Agrigento Lotta Studentesca, formazione degli studenti medi di Forza Nuova, annuncia d’aver compiuto un blitz nella notte tra il 29 e il 30 ottobre proposto in oltre 100 città in tutto il territorio nazionale per protestare contro la Riforma Gelmini.

Migliaia di segnali stradali indicanti lo “Stop” sono stati ricoperti da adesivi e volantini recanti la scritta “Alla Riforma Gelmini”: l’iniziativa simbolica segue decine di presidi e mobilitazioni di Lotta Studentesca e degli studenti – in tutta Italia – contro la riforma del Ministro Gelmini, una riforma che ci vede in prima linea nella sua contestazione.

Lotta Studentesca non può accettare in silenzio di veder distruggere il futuro degli studenti e negare il diritto all’istruzione. La riforma va esattamente nella direzione opposta rispetto a quanto necessita l’attuale sistema scolastico, tra i peggiori in Europa: anziché investire denaro per sanare edifici fuorilegge e pericolanti, al posto di investire risorse per combattere il caro-libri, si tagliano migliaia di posti di lavoro, si aumenta eccessivamente il numero di allievi per classe, in poche parole si costringono gli studenti non abbienti ad un’istruzione scadente. Nonostante la manifesta contrarietà di tutto il mondo scolastico alla riforma, i Ministri Gelmini e Tremonti fanno orecchie da mercante: ignorando rivendicazioni legittime mostrano totale mancanza di coscienza dell’importanza dei giovani per l’Italia di domani.