AGRIGENTO. Residence universitario nella sede storica dell’ospedale San Giovanni di Dio

All’interno di quello che nel quattordicesimo secolo fu uno dei più importanti ospedali in Sicilia  gestito dai Cavalieri di Malta, nasceranno un residence universitario, un centro culturale e la sede del Rettorato del Polo Universitario della Provincia di Agrigento.  

L’ex  sede “storica”  dell’ospedale Civile “S. Giovanni di Dio” di via Atenea ad Agrigento, infatti, a breve sarà attivata a residence universitario: il Consiglio di Amministrazione del Polo Universitario della Provincia di Agrigento,presieduto da Jopseph Mifsud, nel corso della propria ultima seduta  ha deliberato di affidarne la gestione all’ERSU ( Ente Regionale per il Diritto allo Studio) approvando il relativo  schema di convenzione.

La residenza universitaria di via Atenea ha una superficie complessiva di oltre tremila e cinquecento metri quadrati, compresi gli spazi all’aperto. Di questi circa la metà, ben 1730, sono stati destinati a residenza universitari:con una  capacità complessiva di 20 posti letto: di cui 5 stanze singole, 7 stanze doppie, 1 camera per disabile, ben due cucine completamente attrezzate e funzionanti, nonchè due soggiorni collettivi.

Non mancano gli impianti di confort e sicurezza,quali la climatizzazione e gli impianti televisivi ed antincendio. Ampi spazi sono stati  previsti anche per i servizi amministrativi e per gli Uffici che vi saranno ubicati. All’interno del residence sono anche state realizzati ampi spazi destinati a servizi culturali e didattici per le attività didattiche, di studio, ricerca, documentazione, lettura, riunione, sia  in forma individuale che di gruppo. Ben curati anche gli ambienti destinati ai  servizi ricreativi,  al tempo libero, finalizzati allo svago, alla formazione culturale, alla cultura fisica ed alla socializzazione.

La gestione sarà interamente curata dall’ERSU, l’Ente Regionale per il Diritto allo Studio,che corrisponderà un canone annuo al Polo Universitario. L’ERSU,  per la gestione della residenza universitaria di Agrigento, si avvarrà di personale e di tecnici specializzati in strutture collettive. La ristrutturazione  dell’immobile alla funzione di residence universitario è stata resa possibile grazie ad un finanziamento di circa due milioni di euro concesso,negli anni passati, dalla Regione Siciliana al Polo Universitario della Provincia di Agrigento.