CATTOLICA. Caso Fasulo, non ci sono impronte della badante sull’arma del delitto

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4

Gli esami scientifici sull’arma del delitto e su altri oggetti prelevati dall’abitazione della vittima non aggravano la posizione dell’indagata: non ci sono impronte, né altre tracce biologiche di Santa Mulone, 59 anni, la badante di Cattolica Eraclea accusata di avere colpito alla testa l’anziana di cui avrebbe dovuto prendersi cura per impossessarsi di trentamila euro.

Il reparto scientifico dei carabinieri aveva prelevato alcuni oggetti dall’abitazione di Anna Fasulo, l’anziana di 85 anni che lo scorso 20 marzo arrivò in ospedale con una brutta ferita lacero-contusa al capo e morì quasi un mese dopo.

Gli accertamenti sulla sedia, su un borsello e soprattutto sulla tazza da tè che sarebbe stata usata per colpire la donna alla nuca, hanno confermato la presenza di impronte e tracce che appartengono solo alla vittima.

Il difensore dell’indagata, l’avvocato Santo Lucia, il 16 novembre discuterà il ricorso al tribunale del riesame e chiederà la scarcerazione della sua assistita anche sulla base dei nuovi elementi.

L’inchiesta del procuratore aggiunto Ignazio Fonzo e del sostituto Luca Sciarretta, che coinvolge anche la figlia della badante, continua: nei prossimi giorni è atteso l’esito dell’autopsia.

Al pronto soccorso Santa Mulone avrebbe dichiarato che l’anziana era caduta in casa. Undici giorni dopo la donna si sarebbe leggermente ripresa e, in un momento di lucidità, avrebbe detto al maresciallo della stazione di Cattolica Eraclea di essere stata colpita alla testa.

L’anziana è morta il 16 aprile all’ospedale di Foggia, dove era stata trasferita. Il 27 maggio i carabinieri arrestano la badante eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere del gip Luisa Turco. Il movente dell’aggressione, culminata con la morte della donna, sarebbero stati quei 30 mila euro che l’anziana aveva prelevato dall’ufficio postale pochi giorni prima.

Gerlando Cardinale

Da: Giornale di Sicilia

Articoli correlati…

CATTOLICA ERACLEA. Anziana morta dopo la rapina, arrestata la badante

CATTOLICA. Anziana morta dopo la rapina, la badante arrestata respinge le accuse davanti al Gip

CATTOLICA. I Ris trovano tracce di sangue e impronte a casa della donna morta dopo la rapina

CATTOLICA. Indagini sul caso Fasulo, forse una tazza l’arma del presunto delitto