VIABILITA’. Casteltermini, chiesta più sicurezza sulla Ss189

Un’unione di sindaci per pretendere la sicurezza sulla 189.

E’ quanto si è discusso ieri, nel corso di una lunghissima e addolorata seduta del consiglio comunale di Casteltermini. La morte della trentaquattrenne Valeria Bonomo – conosciuta e stimata da tutta la comunità di Casteltermini – ha mutato l’ordine del giorno dell’assise cittadina. Si è osservato un minuto di preghiera, in ossequio alla donna vittima della strada. Da lì, poi, gli interventi, tanto del primo cittadino, Nuccio Sapia, quanto del presidente del consiglio comunale, Giuseppe Amoroso e di molti tra i consiglieri presenti.

“E’ un fatto dolorosissimo, ha commentato Sapia. Esprimo a nome di tutta l’amministrazione il sentito cordoglio  ai familiari della vittima. Su tutto, però, lancio un appello ai miei colleghi sindaci, che amministrano i comuni del bacino della 189. E’ una situazione critica, dobbiamo fare una cordata risoluta, così da pretendere, dalle autorità competenti, la messa in sicurezza della “strada della morte”. Si parla da tempo di lavori sulla 189, ma intanto, mese dopo mese, il calendario dei morti si accresce. Tanti, troppi castelterminesi tra questi. Vite spezzate da una strada che non perdona, con i suoi tornanti imprevedibili e con il suo asfalto, che dopo un po’ di pioggia, diventa una condanna a morte. Da ultima Valeria, una lavoratrice, vittima di un destino atroce, che poteva capitare a chiunque. Penso ai tantissimi lavoratori, che ogni giorno imboccano quella strada maledetta e non sanno se faranno ritorno. Occorre trovare una soluzione urgente: non si può consentire un tale spargimento di sangue. Confido nella collaborazione dei miei colleghi sindaci, così da presentare un’istanza immediata, ai vertici competenti, e da risolvere, una volta e per tutto il dramma della 189. Altro sangue sulla strada sarebbe intollerabile e noi non resteremo fermi a guardare. E’ assurdo e inaccettabile chem nell’agrigentino non ci sia un solo km di autostrada, ma solo strade statali, che, spesso, diventano incroci inevitabili con la morte”.

Il cordoglio alla famiglia Bonomo va dal sindaco Sapia, dalla giunta, dal presidente del consiglio comunale, Amoroso e dall’assise cittadina. Gli amministratori saranno vicini ai familiari della vittima in occasione dei funerali.