VIABILITA’. Cammarata, lavori della Provincia sulla Sp 39

La Provincia interviene per sistemare la viabilità secondaria. In questa ottica sono state completate le opere di sostegno con gabbionatura in pietra, il rifacimento del manto stradale e la creazione di un percorso alternativo in un tratto franato per ripristinare la transitabilità della S.P. 39 ex consortile Garcia – Casalicchio, in territorio di Cammarata.

La frana in questione, presente nel tracciato, e la cui sistemazione risultava essere onerosissima, perché la sede stradale è precipitata per circa 50 metri, è stata aggirata da un tracciato alternativo adeguatamente sistemato per consentire la transitabilità. Una ventina di giorni, il tempo impiegato per effettuare gli interventi. Circa 50 mila euro l’importo speso per realizzare i lavori.

 “Anche questi piccoli interventi, che riguardano alcune decine di km di strade secondarie, sono il segnale – ha detto il Presidente della Provincia Eugenio D’Orsi – del grado di attenzione che riserviamo alla viabilità provinciale. Vorremmo e potremmo fare di più perché abbiamo le risorse per rendere la viabilità provinciale al passo con le esigenze del traffico veicolare di oggi, ma abbiamo i limiti del patto di stabilità che ci impediscono di utilizzare milioni di euro risparmiati in questi anni. Nei prossimi mesi dovremo avere la possibilità di investire maggiori risorse per realizzare nuove opere.”

Il consigliere provinciale Salvatore Scozzari, componente della commissione LL.PP. e capogruppo del MPA, esprime viva soddisfazione per il completamento dell’intervento che ha consentito il ripristino della S.P. 39 ex consortile Garcia- Casalicchio. “Ringrazio il Presidente della Provincia Eugenio D’Orsi, l’assessore ai LL.PP. Biondi e i dirigenti e i funzionari del dipartimento, per i lavori effettuati nel tratto di strada di contrada Casalicchio a Cammarata, recentemente interessato da una disastrosa frana. Questo intervento – dichiara Scozzari – consentirà un più agevole transito alle centinaia di cittadini, agricoltori e allevatori che giornalmente percorrono l’importante arteria”.