POLITICA. Agrigento, resoconto del Consiglio provinciale di ieri sera

Nuova seduta del Consiglio Provinciale ed ennesimo rinvio per mancanza del numero legale mentre si discuteva della relazione semestrale del Presidente D’Orsi. Presenti all’appello del Presidente Raimondo Buscemi 25 consiglieri su 35. Numerosi gli Assessori in aula: Ragusa, Salvato, Tuzzolino, Contino, Indelicato, Limblici, Biondi.

Approvata dall’aula la richiesta di inserimento di nuovi punti all’ordine del giorno tra cui la variazione del Piano Triennale dei lavori pubblici, la proposta di estinzione anticipata di un mutuo e il nuovo schema di convenzione del Consorzio Universitario fatta dal Presidente Buscemi.

Nel corso della seduta il Presidente del Consiglio Provinciale Raimondo Buscemi ha ricordato gli scomparsi Mimmo Segreto, senatore  per ben cinque legislature, il medico Francesco Geraci, presidente emerito dell’Ordine Provinciale dei medici di Agrigento, e il fotoreporter Totò Tornatore. Per ricordarli è stato osservato un minuto di silenzio.

Diversi gli interventi prima della discussione dei punti all’ordine del giorno. Solidarietà al Presidente D’Orsi per l’atto intimidatorio dei giorni scorsi è stata espressa dai Consiglieri Cammilleri, Roberto Gallo, Orazio Guarraci, Matteo Ruvolo e Carmelo Avarello.

Il Consigliere Roberto Gallo ha proposto l’apertura di un dibattito per fare chiarezza sugli attuali equilibri in seno al Consiglio Provinciale da svolgersi in una prossima riunione del Consiglio per capire chi è maggioranza e chi è opposizione”.

            Sulla richiesta del Consigliere Gallo, Guarraci ha dichiarato che i Consiglieri del PDL Sicilia stanno valutando la possibilità del passaggio al nuovo partito Forza del Sud.

 “Condivido l’appello alla chiarezza fatto dal Consigliere Roberto Gallo, ha dichiarato Ruvolo. Siamo al giro di boa dei lavori di questo Consiglio e dell’Amministrazione D’Orsi. Per questo motivo incontreremo domani il Presidente D’Orsi per  fare il punto della situazione”.

Il Consigliere Carmelo Avarello ha ricordato come in questi anni ha svolto con il Consigliere Spoto un ruolo di opposizione che non intende modificare. “Sono curioso di vedere cosa faranno gli altri consiglieri, ha concluso Avarello”.

A seguire è stata discussa l’interrogazione del Consigliere Cammilleri sulle iniziative per disabili. Cammilleri ha chiesto perché la Provincia non abbia finanziato iniziative per i diversamente abili. L’assessore Ragusa ha risposto che a causa del Patto di Stabilità si è preferito strategicamente concentrare tutte le risorse verso i sordi e i ciechi, circa 3 milioni di euro. Cammilleri ha replicato che il Patto non può essere la coperta di tutti i disservizi e ha citato il co-finanziamento dei Promessi sposi senza che si sia pensato a chiedere 50 ingressi gratis per i disabili.

Sempre Cammilleri  ha esposto la sua interrogazione sull’ ITC “Zappa di Campobello di Licata i cui lavori sono iniziati nel 2006 e subito interrotti. L’assessore Salvato ha risposto che la Provincia ha revocato l’appalto in seguito alla rinuncia di una delle ditte che componevano l’ATI

 

 

 

 

aggiudicataria, ed è in corso un contenzioso. Il progetto è stato aggiornato e rispetto all’importo originario sarà necessaria un’integrazione di 610 mila euro. Cammilleri si è augurato che l’iter di appalto scorra in tempi celeri e che la Provincia possa rivalersi sulla ditta che ha rinunciato

Il Consigliere Girasole, partendo dalle condizioni della SP 34 ha fatto un discorso più generale sulla disastrata viabilità provinciale, con strade poco sicure e in qualche caso impraticabili. L’Assessore Biondi ha risposto: “stiamo facendo il possibile, la viabilità interna è molto estesa e le risorse sono poche, e dobbiamo fare i conti sempre col patto di stabilità che non ci consente di reinvestire gli avanzi di amministrazione. C’è comunque il massimo impegno da parte degli uffici e dei pochi uomini disponibili. Si è intervenuto sulla SP 34 e sulla 32 con il ripristino di paratie e con la pulitura e sagomatura delle sedi stradali, si tratta di strade già inserite nei progetti finanziati dai FAS e già appaltati.

Il Consigliere Roberto Gallo ha posto, nella sua interrogazione, il problema della riduzione del servizio ferroviario. Un atto ispettivo per aumentare la sensibilità della Provincia su questo progressivo isolamento della nostra provincia, collegamenti ridotti al sud e rafforzati al nord. “Sono contento, ha detto, che la politica anche a livello nazionale abbia preso posizioni molto dure. A questo proposito ritengo necessario incentivare la consulta dei trasporti”. L’Assessore Tuzzolino ha ribadito la totale sintonia tra amministrazione attiva e la Commissione Trasporti. Le Ferrovie da un lato lavorano per migliorare tracciati e svincoli, ma dall’altro riducono le corse, e questo è inaccettabile, ha dichiarato l’Assessore Tuzzolino.

Il Consigliere Roberto Gallo ha illustrato l’interrogazione sull’inquinamento da amianto. “E’ un problema gravissimo, ci sono discariche ovunque, dovute anche agli alti costi di smaltimento dei serbatoi e degli altri manufatti”. L’assessore Lombardo, riassumendo le prerogative attribuite dalla normativa regionale alle Province in tema di raccolta, smaltimento e bonifica, ha rilevato come la Regione non abbia più finanziato il servizio, che è a totale carico della Provincia, che riesce a far fronte solo a una parte delle molte richieste di intervento. Tuttavia ci stiamo attivando per un piano comune con le amministrazioni locali e l’ASL in modo da pianificare meglio controlli e interventi.

Zarbo presentando la sua mozione, ha chiesto che per la strada di collegamento SS 640 e via Portella vengano attivate le stesse procedure seguite per la strada ESA-Chimento. La mozione è stata approvata all’unanimità.

Di seguito il Consigliere Guarraci ha esposto la questione dei lavoratori dell’ESA. Guarraci ha detto che le risorse per stabilizzare i lavoratori dell’ESA ci sono, ma occorre un atto di indirizzo del Governo Regionale. Il Consiglio, oltre ad esprimere solidarietà ai lavoratori e alle famiglie, deve stimolare in questo senso il Governo regionale. Su questa mozione sono intervenuti i consiglieri Avarello e Girasole, secondo i quali ogni segnale di intervento verso la stabilizzazione è un fatto positivo, inoltre questa categoria di lavoratori svolge una funzione importantissima di intervento sul territorio per prevenire danni causati dalle avversità da agenti atmosferici.

Al termine degli atti ispettivi l’Assessore Salvato ha iniziato ad illustrare la relazione semestrale del Presidente D’Orsi. Su questo punto dell’ordine del giorno il Presidente Buscemi ha verificato la mancanza del numero legale e la seduta è stata aggiornata di un’ora. Alla ripresa dei lavori erano presenti solo il Presidente del Consiglio Raimondo Buscemi e il Consigliere Roberto Gallo. Il Presidente Buscemi ha aggiornato i lavori alle 18:00 del 19 novembre.