AGRIGENTO. Nuovi scenari di internazionalizzazione per il Polo Universitario della Provincia

Si aprono nuovi scenari di internazionalizzazione e di scambi culturali per la presenza  didattica del Polo Universitario con i Paesi del bacino del Mediterraneo.

Il Presidente del Polo agrigentino, Joseph Mifsud, infatti ha presieduto nei giorni scorsi a Taormina, una sessione di lavoro sul tema “ Una macroregione europea del Mediterraneo”, nel contesto della due giorni di studi su “Nuovi strumenti di partecipazione alle politiche transanzionali e di vicinato all’Unione Europea”  promossa ed organizzata  dai “Gruppi Europei di Cooperazione territoriale e Macroregioni”, con il patrocinio della Regione Siciliana.

All’incontro erano presenti le maggiori autorità in materia di politica della cooperazione  e di promozione culturale dei Paesi della Comunità Europea.

“E’ stata una opportunità per presentare in una vetrina di grande prestigio internazionale il potenziale  didattico e le opportunità che il Polo agrigentino  è nelle condizioni di potere offrire – dice il Presidente del Polo Jospeh Mifsud – in un contesto di cooperazione con altri Paesi del bacino del Mediterraneo. Tutti si sono mostrati molto attenti, ed in più occasioni siamo stati indicati come un prototipo da seguire”.

In particolare la sessione di lavori che è stata presieduta dal  Presidente Mifsud è stata arricchita dai contributi di Lino Motta, Segretario Generale del Comitato Permanente per il partenariato Euromediterraneo delle Autorità locali e delle Regioni ( COPPEM);

Martin Guillermo Ramirez, Segretario Generale dell’Association of European Border Regions (AEBR); Giovanni Tumbiolo, Presidente del Distretto pesca di Mazzara del Vallo; Nadir M. Aziza Direttore Generale dell’Osservatorio del Mediterraneo e Segretario Generale del Premio “Al Idrissi”;  Giovanni Ruggirei Presidente dell’ OTIE – Osservatorio sul Turismo delle Isole Europee;Juan Gual de Torella Guasp, presidente Network of the Insular Chambers of Commerci and Industry of the European Union (INSULLEUR);Josephina Moreno Bolarin, Segretario Esecutivo della Commissione intermediterranea della Conferenza delle Regioni periferiche e marittime della Unione Europea (CRPM); Giovanni Randazzo dell’Università degli Studi di Messina e Consulente del Presidente della Regione per il Piano Coste.