RAFFADALI. Varato il bilancio, iniziative per i diversamente abili

Raffadali è uno dei primi comuni siciliani ad avere già predisposto e approvato lo schema di bilancio di previsione 2011. E’ stato varato nel pieno rispetto del patto di stabilità.

“Si tratta di un atto di notevole rilevanza – sottolinea il sindaco Silvio Cuffaro – perchè, non appena nei prossimi giorni sarà esitato dal Consiglio comunale, cosentirà all’ente di dotarsi di questo importante strumento contabile, necessario per potere garantire a tutta l’attività amministrativa il regolare funzionamento. Salta subito agli occhi quindi la tempestività con cui la mia giunta, con il sostegno degli uffici, si è mossa e adoperata. Avere, rispetto al passato, anticipato i tempi ci permetterà di operare a pieno regime, di potere cioè programmare e avere a disposizione per intero la capienza dei vari capitoli di spesa e non agire in dodicesimi che limita fortemente la possibilità di dare risposte alla gente.

Il nostro bilancio, seppur con mille difficoltà, frutto di tagli sempre più significativi da parte di Stato e Regione, è stato concepito, messo in piedi, con enormi sacrifici, per garantire ai raffadalesi tutti i servizi essenziali, senza aumentare minimamente la pressione tributaria, rimasta invariata. E di questi tempi non è certamente cosa da poco. Tra l’altro prudentemente e con grande senso di responsabilità non abbiamo tenuto conto dell’avanzo di amministrazione che è di circa 220 mila uero.

Una somma a cui potremo fare eventualmente ricorso – afferma Cuffaro – nel coso in cui le previsioni delle entrate non venissero rispettate”. E il sindaco di Raffadali esprime soddisfazione per l’approvazione da parte del Consiglio comunale del regolamento, proposto dall’amministrazione attiva, che istituisce la consulta per i diversamente abili. E a proposito di soggetti portatori di handicap, domani mattina(25 novembre)alle ore 11, conferenza stampa al Comune di Raffadali per la presentazione di un progetto che prevede l’abbattimento delle barriere architettoniche lungo il corso principale del paese, in via Nazionale, e in Piazza Progresso. Progetto donato al Comune da un architetto del luogo in carrozzina, Francesco Marino, il quale sarà presente all’appuntamento con i giornalisti.