AGRIGENTO. Inchiesta sul Comune, perquisito studio tecnico

Perquisizione e sequestro documenti ad opera del personale della Squadra Mobile e della Digos  di Agrigento ieri pomeriggio ed in corso sino a sera inoltrata nei locali di un noto studio tecnico guidato dall’architetto Pietro Vullo con sede al Villaggio Mosè.

I poliziotti, che hanno agito su mandato della Procura della Repubblica di Agrigento, hanno sequestrato materiale cartaceo ed informatico. Vullo, professionista alquanto noto in città ha progettato alcune opere che hanno attinenza con la documentazione sequestrata l’altro ieri al Comune nel contesto di una complessa indagine che ha interessato l’ufficio urbanistica e protocollo del Comune. Ed infatti questo nuovo blitz fa seguito proprio all’operazione effettuata l’altro ieri da Digos e Squadra Mobile, rispettivamente guidate dai vicequestori Mossuto e Iadevaia, ed è direttamente collegata all’inchiesta curata dal pm, Michela Francorsi e coordinata dal procuratore aggiunto, Ignazio Fonzo, La documentazione portata via in serata viene giudicata interessante dagli investigatori. L’inchiesta punta l’attenzione soprattutto su decine e decine di concessioni edilizie. Altre clamorose sorprese sono in arrivo.