RIFIUTI. Discarica Matarana, piano di riduzione del costo di conferimento

Cgil, Cisl e Uil hanno incontrato la società dei fratelli Catanzaro sul tema del tanto contrastato costo del conferimento dei rifiuti destinati alla discarica di contrada Matarana, tra Montallegro e Siculiana. La questione parte da lontano, ed incontri confederali su questo tema se ne sono fatti tre.

Alla fine del confronto tecnico-politico, nell’ambito delle trattative sindacali, si è concordato che la società Catanzaro presenterà al commissario regionale la proposta di abbattimento della tariffa per il conferimento in discarica pari al 24 percento, passando dall’attuale 73 euro a tonnellata a circa 51 euro.

“Un risultato – dicono i tre segretari provinciali – che Cgil, Cisl e Uil salutano con grande soddisfazione, non per il sindacato, ma per le famiglie che da anni inseguono la riduzione dei costi. Le tre organizzazioni incontreranno Gesa 2 e Dedalo Ag3 affinché tale riduzione di costi non finisca come il disboscamento degli evasori, i cui effetti sono stati effimeri cioè solo il 56 percento della terza rata, a suo tempo sospesa, e relativa al servizio 2005. Le famiglie e le attività dei comuni interessati devono  trarne beneficio visibile da questa riduzione. Quindi bisognerà evitare che tale economia venga assorbita dalla pratica gestionale dei vari Ato che in questi anni i sindacati hanno contestato. Alle segreterie regionali confederali sarà chiesto l’impegno affinchè l’accoglimento della intesa locale tra sindacato ed impresa possa essere esecutiva, con ogni urgenza e ciò, anche, al fine di estendere a tutte le famiglie interessate i conseguenti risparmi”.