ARAGONA. Arsenale sequestrato dai carabinieri, l’arrestato aveva anche 2 kalashnikov

I carabinieri del Comando compagnia di Canicattì hanno arrestato, per detenzione illegale di armi, Gioacchino Cavaleri, 57 anni, di Aragona. L’uomo – secondo la ricostruzione dei militari – aveva un arsenale, in casa e in un casolare di campagna di sua proprietà, composto da 2 kalashnikov e otto pistole, una carabina, oltre tremila cartucce, tra le quale quelle micidiali “traccianti” per kalashnikov.

Cavaleri è stato monitorato per oltre una settimana dai carabinieri. Ieri è stato deciso di effettuare la perquisizione. Non senza sorpresa sono state trovate le armi e i proiettili infilati dentro dei calzini. Tre pistole sono state rinvenute a casa; il resto invece in una abitazione rurale a poca distanza dall’ospedale di Agrigento. Nel dettaglio sono state sequestrate:  due kalashnikov, due fucili, quattro pistole, una carabina, quattro pistole calibro 38, due pistole giocattolo senza tappo rosso, ed oltre tremila munizioni. Inoltre si ha certezza di altre due pistole non rivenute durante la perquisizione perchè, forse già consegnate a chi ne ha fatto richiesta.