CATTOLICA. Indagini antidroga, raffica di perquisizioni da parte dei carabinieri

Continuano le indagini dei carabinieri sul fronte antidroga a Cattolica Eraclea.

Qualcuno stanotte ha fatto un brutto risveglio. Una ventina di militari dell’Arma sono entrati in azione nel pieno della notte per eseguire delle perquisizioni all’interno delle abitazioni di alcune persone del posto probabilmente inserite nella “lista dei sospettati”. Ovviamente non sono state fornite le generalità delle persone che hanno ricevuto la “visita” dei militari. Pare che in alcuni casi siano entrati in azione anche i cani antidroga  dell’unità cinofila dell’Arma dei carabinieri di Palermo. Le operazioni sono durate fino all’alba di stamane.

Le perquisizioni domiciliari e veicolari eseguite dai carabinieri della locale stazione, guidati dal maresciallo Liborio Riggi, insieme ai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Agrigento, coordinati dal capitano Giuseppe Asti – avrebbero dato esito negativo: non sarebbero state rinvenute infatti sostanze stupefacenti di nessun tipo. Ma per qualcuno, forse, la preoccupazione, è stata davvero tanta. Intanto i carabinieri continuano le indagini, probabilmente c’è chi non dorme sonni tranquilli.

Una raffica di perquisizioni era stata eseguita a Cattolica Eraclea anche nella notte tra il 16 e il 17 settembre scorsi.