AGRIGENTO. D’Orsi a Lombardo dopo i convenevoli: accelerare i lavori su Ss 189 e 115

La visita del Governatore della Sicilia Raffaele Lombardo di sabato scorso ad Agrigento ha trovato un Presidente della Provincia ancora più combattivo e determinato a continuare nel suo cammino di risanamento dell’Ente Provincia.

“Ringrazio il Presidente Lombardo per la manifestazione di solidarietà  che ha voluto esprimermi  venendo ad Agrigento – ha esordito D’Orsi – il profondo  legame che ci unisce non passa semplicemente attraverso un percorso politico ma, soprattutto, attraverso un percorso umano fatto di ideali, di simpatia;  un percorso culturale dove tutti insieme con  buona volontà, onesta e  trasparenza  possiamo contribuire a cambiare il destino socio-economico e culturale prima della Sicilia e dopo della provincia di Agrigento. Tutti noi stiamo lavorando per indirizzare i nostri sforzi in questa direzione”.

Ed in riferimento al grave attentato compiuto ai danni dell’abitazione estiva della  famiglia a Marina di Palma di Montechiaro dichiara “accadono alcune cose che coinvolgono non solo me in qualità di  rappresentante dell’ istituzione Provincia, ma soprattutto la mia famiglia, i miei figli. I giorni successivi all’attentato  non sono stati facili: ho cercato di dare una spiegazione ad un atto criminale inquietante perpetrato   da vili delinquenti che si sentono eroi della notte; ma di una notte che copre loro il volto e la trasparenza delle proprie azioni. Ma noi non ci facciamo intimorire; andremo avanti  in questo percorso di risanamento seguendo l’esempio dell’ azione di governo della Regione Siciliana ispirata alla trasparenza, alla lealtà all’efficienza ed all’efficacia.

Il finanziamento della rete idrica della città di Agrigento è uno dei tanti traguardi che insieme abbiamo raggiunto; infatti in qualità di   Presidente dell’ ATO idrico, con l’assemblea dei Sindaci  ed i tecnici abbiamo creato le condizioni affinchè  il sogno di una nuova rete idrica ad Agrigento diventasse realtà.

Tutto questo per dare risposte concrete alle aspettative della gente.”

Ma l’incontro di sabato non si esaurisce  in convenevoli di rito e ringraziamenti,  Eugenio D’orsi avanza al Presidente Lombardo alcune richieste: “ti prego  di accelerare  i tempi di inizio dei lavori di ammodernamento della S.S.189 Agrigento -Palermo, per la 115 Siculiana – Palma di Montechiaro ed un ulteriore sforzo per la messa in sicurezza delle scuole.

La mia non è una presentazione demagogica o ipocrita per dirti che dobbiamo lavorare; le mie sono delle semplici richieste rivolte ad un Governatore abituato a lavorare  per la collettività.

Ho preso degli impegni con la gente, ho degli obiettivi da raggiungere: i lavoratori precari, la viabilità, le scuole e l’aeroporto sono le priorità di questa Amministrazione. E siccome noi sappiamo essere leali prima con noi stessi e poi con gli altri non cercheremo “poltrone” che non siano a suffragio di una azione positiva di governo . Un famoso adagio – conclude D’Orsi –  recita:  “la persona non vale per quello che ha, ma vale per quello che è” ;  mio padre,che è  stato un Direttore didattico,  nella sua saggezza di uomo aggiungeva: “ma vale anche per quello che sa”. Ed io so di lavorare a fianco di persone serie ed oneste come te e come l’ Onorevole  Di Mauro”.