SONDAGGI. Agrigento, il sindaco Zambuto ancora amato dai cittadini

Il sindaco Marco Zambuto si colloca al 36° posto nel sondaggio, curato dalla società di sondaggi e ricerche IPR Marketing per conto de Il Sole 24 ore, sul consenso di cui godono i sindaci dei comuni capoluogo italiani. Agli elettori del campione scelto è stato infatti chiesto di esprimere un giudizio complessivo sull’operato del primo cittadino nell’arco del 2010 e “se domani ci fossero le elezioni comunali, lei voterebbe a favore o contro l’attuale sindaco?”.

Il primo cittadino di Agrigento a distanza di tre anni dalla sua elezione del 2007, quando aveva avuto un gradimento del 62,9%, mantiene un buon 54,5%, un risultato ancor più significativo perché espresso “a freddo”, in un periodo cioè non alterato dalla vicinanza con una competizione elettorale.

“Questo dato – afferma Zambuto – mi riconosce ancora una maggioranza assoluta di consenso, che misura il grado di prossimità alla cittadinanza e la fiducia di cui godo. E ciò nonostante le difficoltà che abbiamo vissuto in questi intensi e faticosi anni di amministrazione che, specialmente per le ristrettezze di carattere economico, non hanno consentito il pieno soddisfacimento dei bisogni dei cittadini.”

“Ma gli agrigentini – continua il sindaco della Città dei templi – hanno capito il senso del mio impegno, il mio continuo adoperarmi, a tutti i livelli, per assicurare i servizi alla Città. Sebbene ci siano stati sostanziosi tagli nei trasferimenti nazionali, la gente continua a riporre fiducia nell’operato degli amministratori locali, nella consapevolezza che nessuno è in grado di fare miracoli, ma che bisogna giornalmente compiere, come abbiamo fatto noi, oculate e sobrie scelte che abbiano quale unico parametro il bene comune.”

“Questo positivo risultato è per me comunque un ulteriore incentivo a spendermi per questa Agrigento che finalmente con il rifacimento della rete idrica e con l’arrivo dei finanziamenti dei progetti per il centro storico vive un momento decisivo di svolta per il suo sviluppo”.