DIRITTI. Agrigento in piazza contro il razzismo dopo l’escalation di attacchi xenofobi

Sabato 15 gennaio, dalle ore 21:00, a Piazza Cavour, happening interculturale a cura delle associazioni promotrici del Kunta Kinte Project, patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Agrigento e che vedrà la partecipazione di numerosi artisti agrigentini.

Sul palco che sarà allestito dal Comune nella centralissima piazza che ormai da diversi anni ospita la Tenda LO SLANCIO della Comunità Missionaria Porta Aperta, impegnata quotidianamente nel promuovere progetti ed attività che favoriscano l’inclusione e forniscano una mano concreta d’aiuto ai più poveri e bisognosi, senza differenza di razza,  colore, cultura e religione, si esibiranno tanti artisti che, con entusiasmo ed a titolo assolutamente gratuito, intendono apportare il loro contributo all’iniziativa.

Dalle ore 21:00 momenti di animazione , artistici e musicali vedranno quali protagonisti, oltre al Gruppo Giovani della Comunità Missionaria Porta Aperta, il duo composto da Giovanni Moscato e Tony Bruccoleri, il KontaKté Duo di Sandro Sciarratta e Filippo Portera, il Gruppo Folkloristico Kerkent, il cantattore Sal Passarella, e la chitarra magica di Francesco Buzzurro, che proporrà alcuni brani dal suo vastissimo repertorio musicale. A condurre la manifestazione saranno Egidio Terrana ed Elettra Curto.  Luci ed amplificazione saranno curate dalla Pro Studios di Christian Vassallo.

“Attraverso questa manifestazione – affermano gli organizzatori – intendiamo dare una risposta spontanea a nome di tutta la popolazione agrigentina a chi, nei giorni scorsi, ha trovato godimento nell’imbrattare i muri della nostra città con espressioni di dichiarato stampo razzista e xenofobo che non appartengono affatto al sentire degli agrigentini. Se il loro scopo era quello di far sedimentare in qualche modo questi messaggi nella coscienza di qualcuno sappiano che iniziative di questo squallido genere susciteranno nella nostra terra solo risposte di segno dichiaratamente opposto ed aumenteranno il sostegno convinto a tutte quelle realtà, come la Mensa della Solidarietà, che ogni giorno si adoperano per dare risposte concrete all’emergenza povertà ed ai tanti bisogni di chi è meno fortunato di noi”.