CATTOLICA. Spara all’ex fidanzata e al nuovo compagno e poi si toglie la vita con un colpo in bocca

Accecato dalla gelosia tenta di uccidere la sua ex fidanzata e il nuovo compagno, poi si toglie la vita sparandosi alla bocca.

E’ accaduto stamani a Cattolica Eraclea, momenti di terrore tra le molte persone che hanno assistito alle scene. Tragedia sfiorata: tra i passanti c’è chi avrebbe seriamente rischiato di essere colpito da un proiettile vagante.

E’ la cronaca di un tentato duplice omicidio finito in suicidio. A togliersi la vita Antonino Giordano, 52 anni, impiegato regionale, conosciuto come una brava persona, a cui oggi è scattata la furia omicida.

Ferito un ragazzo extracomunitario, pare di origini egiziane o marocchine, arrivato a Cattolica Eraclea per conoscere i genitori della fidanzata, Antonella Sciascia, 27 anni, ma ha trovato in Sicilia i colpi di pistola. E’ stato colpito a un braccio e alla spalla, trasportato d’urgenza all’ospedale di Ribera, è fuori pericolo. La ragazza è stata ricoverata in stato di shock.

Ad evitare che altre persone potessero rimanere uccise  il tempestivo intervento  dei carabinieri della locale stazione guidati dal maresciallo Liborio Riggi.

Tutto comincia intorno alle otto e mezza del mattino. L’uomo spara ai due mentre attendono l’autobus alla fermata di via Oreto. I due fuggono, Giordano li segue.

La coppia si rifugia a casa dei genitori della ragazza, in via 28 ottobre, una traversa della stessa via Oreto, dove arriva l’uomo sparando all’impazzata e mentre arrivano i carabinieri  si toglie si toglie la vita.

 Sul posto i carabinieri della compagnia di Agrigento guidati dal capitano Giuseppe Asti e gli uomini della sezione di investigazioni scientifiche che vogliono vederci chiaro.