IMMIGRAZIONE. Accoglienza a Raffadali, meno tasse per i cittadini che ospitano i migranti

“Quella fatta di sole parole non è sufficiente. Per fronteggiare le emergenze è necessaria la solidarietà dei fatti, delle azioni”.

Il sindaco di Raffadali, Silvio Cuffaro, è pronto così a tendere una mano concreta allo Stato per dare accoglienza, nel suo paese, agli immigrati che stanno approdando, in massa, sulle coste siciliane. “Come uomo delle istituzioni – afferma Silvio Cuffaro – mi sento in dovere  di fare qualcosa di utile e postivo che possa contribuire a trovare soluzioni tampone al drammatico problema della collocazione di questi sfortunati extracomunitari che fuggono dalla loro terra di origne alle prese con guerra e miseria.  Sin da subito siamo nelle condizioni di  dare ospitalità ad una quarantina di immigrati. Il Ministro dell’Interno, Roberto Maroni, il Commissario Straordinario per l’emergenza umanitaria, Giuseppe Caruso, e il prefetto di Agrigento, Francesca Ferrandino, potranno contare sulla nostra disponibilità.  I posti letto li recupereremo all’interno  della forestazione del Villaggio della Gioventù. Inoltre – conclude il sindaco Silvio Cuffaro – avvieremo immediatamente un monitoraggio per individuare gli immobili chiusi, disabitati. Solleciteremo i proprietari ad affidarci le loro abitazioni in comodato d’uso  e in cambio  potranno usufruirr di agevolazioni o esenzioni su alcuni tributi locali”.