NELL’AGRIGENTINO. Catanzaro (Confindustria): ‘Politici e burocrati ostacolo per lo sviluppo’

“A Casteltermini, in area industriale occorrono anni per avere risposte .Ciò che è successo recentemente ad un imprenditore in quell’area  è   l’ennesimo ulteriore ritardo in ordine di tempo ed uno dei tanti casi nei quali la Pubblica Amministrazione  ostacola le iniziative private. Conosciamo la sensibilità del Sindaco di Casteltermini e questo ci fa ben sperare”. Lo afferma in un comunicato il presidente di Confindustria Agrigento Giuseppe Catanzaro.

“Sapere – ha continuato Catanzaro – che un piccolo imprenditore aspetta anni per un  SI  o un NO  e nelle more crescono i tanti giovani disoccupati,  è un dato che si commenta da solo . La politica è attenta alle dinamiche relative alla gestione della spesa pubblica ed è , in diversi casi, distratta e disinteressata per le concrete azioni che servono per sostenere il lavoro produttivo che generano le imprese ed i lavoratori, cioè il binomio che crea ricchezza sociale e duratura .

Denunciamo da anni le diverse ed a volte deliberate azioni di ostacolo che sono poste avverso le iniziative private (di vario genere)  e dobbiamo  prendere atto che ciò alla politica non interessa . Questo modo di operare, dobbiamo ancora una volta denunciarlo,    a danno delle imprese  e di quanti un lavoro non c’è l’hanno .

Auspico  – continua  Catanzaro –  che non si facciano polemiche che non servono a risolvere i problemi delle imprese e che il competente dirigente del Comune di Casteltermini adotti con urgenza gli atti dovuti . Rispettino le norme  tutte  compresa quella che obbliga la P.A a rilasciare pareri entro un determinato tempo. Per alcuni funzionari l’applicazione di questa legge è un optional . Quella sulla durata dell’iter amministrativo ad esempio più che una legge per alcuni  è una seccatura. Infatti in diversi casi non è rispettata. La politica su questi temi resta muta e, dobbiamo rilevare,  non vuole interessarsi di ciò.

Prenda atto la politica tutta (prescindendo dal caso di Casteltermini che ribadiamo è ultimo in ordine di data ) che non è oltremodo tollerabile  la lentezza delle decisioni che caratterizza l’azione della pubblica amministrazione che, lo ripetiamo, troppo spesso è un vero e proprio nemico dichiarato delle nostre piccole imprese che sono stanche di subire ritardi, inefficienze e omissioni e per questo se ne vanno a produrre altrove con la conseguenza che si creano occupati e reddito sociale in altre parti dove la pubblica amministrazione comprende il valore dell’impresa e dei lavoratori che producono reddito e benessere sociale  .

E’ urgente – ha ribadito Catanzaro – cambiare marcia e registro altrimenti siamo costretti a ribadirlo aumenteranno disoccupati ,povertà e  miseria . Invitiamo tutti a riflettere con noi :  in una zona industriale  cioè dove si devono ospitare e sostenere le attività produttive con i loro investimenti si deve aspettare  anni per avere  un parere ? 

Mi auguro ha concluso il rappresentante di Confindustria che l’iniziativa di Casteltermini con  2.500.000 di euro di investimenti e 20 nuovi posti di lavoro non siano fonte di polemiche e che tutti i responsabili della gestione della Pubblica Amministrazione cambino atteggiamento verso le esigenze delle imprese che sono chiamate a prendere atto  in diversi casi di un malcostume diffuso, del quale la politica, che nomina i dirigenti, non si vuole occupare nonostante  i troppi casi noti a tutti”.