RIFIUTI. Porto Empedocle, il sindaco Firetto chiede di uscire dalla Gesa ato Ag2

Il Comune di Porto Empedocle chiederà di poter gestire direttamente il servizio di raccolta dei rifiuti.

Lunedì prossimo, infatti, in occasione dell’Assemblea ordinaria dei soci della Gesa, (la Societa d’Ambito che cura lo spazzamento e lo smaltimento dei rifiuti presso i Comuni) il sindaco Calogero Firetto ufficializzerà l’intenzione dell’Amministrazione Comunale, alla luce delle problematiche verificatesi negli ultimi tempi e nelle more che vengano costituite le S.R.R. (Società di Regolamentazione Raccolta Rifiuti) di ritirarsi dalla Società d’ambito per gestire direttamente il servizio di spazzamento e di raccolta dei rifiuti.

“Questa decisione – ha spiegato il sindaco Firetto – è finalizzata  ad instaurare un contatto diverso con i cittadini, che potrebbero ricevere dal Comune un servizio più efficiente rispetto a quello che è stato finora offerto”.

Sempre nel corso dell’Assemblea dei soci, il Comune di Porto Empedocle, al di là della richiesta, chiederà anche alla Gesa  di continuare comunque a riscuotere la tassa per il corrente esercizio finanziario.