AGRIGENTO. Mala organizzazione della Sagra 2011, se ne parla in Consiglio comunale

I costi, l’organizzazione, le criticità emerse e per ultimo l’affidamento diretto ad una società come nel caso della recente edizione della sagra del Mandorlo in fiore, sono stati gli argomenti dibattuti ieri sera nel corso della seduta del Consiglio comunale chiamato a trattare, a seguito del prelievo del punto iscritto all’ordine del giorno, la specifica mozione, primo firmatario il consigliere Giuseppe De Francisci, avente come oggetto le analisi e le ricadute nel territorio dell’evento sagra con particolare riferimento alla rendicontazione, ai costi e benefici delle somme erogate dall’Ente e quali ritorni per la nostra città.

E’ stato il suddetto rappresentante del MPA a relazionare esprimendo molte perplessità che sono state evidenziate, tra l’altro, anche in un atto ispettivo indirizzato all’amministrazione attiva; De Francisci, polemicamente, ha deciso di ritirare la mozione a “causa dell’andazzo di come sono andate le cose” ma, tale decisione, non ha evitato un articolato dibattito al quale hanno preso parte diversi consiglieri. Giuseppe Miccichè ha sottolineato “le modalità di affidamento e se tutto è stato fatto nella massima trasparenza rispetto a quanto denunciato nella mozione”; subito dopo è intervenuta la consigliere Maria Pia Vita che ha evidenziato “l’opportunità o meno di affidare la sagra per come sono andate le cose ed in questo modo”. Per Giuseppe Gramaglia l’ultima edizione dell’evento “non è stata un delle più belle ma va dato merito all’Amministrazione di averla fatta”. Giuseppe Raccuia ha sollecitato la rendicontazione delle spese, così come il consigliere Fabio Cordova mentre Ennio Saeva si è soffermato sui “criteri individuati per affidare alla società “Il Sestante” l’organizzazione”. Infine è stato il consigliere Giuseppe Arnone ad evidenziare gli aspetti “meritevoli di verifica in sede di rendiconto”. Alle sollecitazioni dei consiglieri, il vice sindaco Muglia, ha risposto “condividendo molte delle criticità emerse nel corso del dibattito anche se questa edizione è stata organizzata in tempi brevi e nella maniera migliore”. Alla luce di quanto evidenziato, il presidente del Consiglio Francesco Alfano, ha ritenuto di invitare, l’Amministrazione attiva e la Dirigente del settore, a trasmettere alla quinta Commissione consiliare, nel più breve tempo possibile, la rendicontazione delle spese effettivamente sostenute. Dopo tale fase di verifica sarà predisposto un atto di indirizzo e un protocollo logistico, sottoscritto tra Amministrazione attiva e Commissione consiliare, per l’organizzazione delle prossime edizioni dell’evento. Pertanto, il punto, è stato accantonato e sarà riproposto dopo che si conosceranno i  dati contabili. La prossima seduta del Consiglio comunale è prevista per martedì, 1 marzo, con inizio dei lavori alle ore 19.