RAFFADALI. Ridotta la tassa sui rifiuti grazie al recupero dell’evasione

Da quasi due euro al metro quadro passa a poco meno di 1 euro e 50. La tassa sui rifiuti solidi urbani, al Comune di Raffadali,  subisce una sensbile riduzione.

E questa volta i destinatari sono i proprietari delle abitazioni civili. Ad approvare l’importante provvedimento è stata la giunta comunale. In precedenza l’abbattimento del costo del tributo aveva interessato gli operatori di attività commerciali e artigianali. “E l’impegno – spiega soddisfatto il sindaco Silvio Cuffaro – sarà ora quello di intervenire ulteriormente sulle superfici che riguardano il piano terra e i magazzini. E noi gli impegni li manteniamo. La riduzione della  pressione tributaria certamente non avviene attraverso una bacchetta magica – spiega il sindaco – ma mediante un certosino, serio e responsabile processo di contenimento della spesa, dal momento che non si può fare affidamento sulle maggiori entrate. Anzi, i trasferimenti, provenienti  dallo Stato e dalla Regione,  assegnati agli enti locali subiscono sempre più tagli drastici. E allora questo nostro sforzo, indirizzato a beneficio della popolazione, assume una notevole rilevanza. Ad oggi il coefficiente applicato dal Comune di Raffadali, in rifermento alla Tarsu,  risulta essere il pù basso rispetto a quello adottato dalle altre amministrazioni dell’agrigentino. Appare allora evidente – evidenzia Silvio Cuffaro – come quello che all’inizio sembrava quasi un azzardo, che aveva  prodotto anche qualche strumentale allarmismo, oggi si rivela un’operazione saggia, intelligente che restituisce giustizia a chi con, senso del dovere civico, pagava regolarmente i tributi. Grazie, infatti, ad un attento recupero del sommerso,  individuato a seguito di una incisiva campagna di sensibilizzazione e di iniziative portate avanti dall’amministrazione comunale, adesso possiamo permetterci il lusso di abbassare le tasse e di realizzare quel principio, sotto forma di slogan, da noi tanto auspicato: pagare tutti per pagare meno”- conclude il sindaco di Raffadali.