SAN GIOVANNI GEMINI. Continua la ‘guerra’ tra polizia municipale e sindaco

Non accenna a placarsi lo scontro tra il comandante della polizia municipale e il sindaco Viola.

Prosegue il duro scontro che vede contrapposti il corpo della polizia municipale guidato dal comandante Miryam Gagliano e l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Valerio Viola.

Una querelle che va avanti ormai da un po’ di tempo e riesplosa nei giorni scorsi con un pesante scambio di accuse e polemiche che ha coinvolto il sindaco, i vigili urbani e il sindacato C.S.A. che adesso, con un comunicato stampa a firma del coordinatore provinciale, Giacomo Caruso, rincara la dose denunciando “il tentativo infinito di perseguire i componenti del Corpo di Polizia municipale e dequalificare il comandante” e accusando, inoltre, il primo cittadino di “aver ordinato ai vigili un intervento fuori da San Giovanni senza averne la competenza territoriale”.

Secondo il C.S.A. di Agrigento “il sindaco di San Giovanni Gemini  ha posto in essere – si legge nella nota – un’ordinanza di Trattamento sanitario obbligatorio, nonostante il malato fosse in territorio di Cammarata e la sua collaboratrice ha di fatto realizzato un vero e proprio sequestro di persona prelevando il malato dall’ospedale di Cammarata e trasferendolo a Palermo.

Si ricorda che le competenze della polizia municipale hanno valenza esclusivamente in territorio di appartenenza così come le ordinanze sindacali possono essere emesse in territorio comunale. Ci si augura che le Autorità competenti facciano chiarezza, qualcuno dovrà farci sapere – scrive il C.S.A. intervenendo anche sulle  polemiche tra sindaco e comandante dei vigili – se è normale che un comandante di Polizia municipale a fronte di leggi e norme ben precise che ne garantiscono l’autonomia, debba essere rimpiazzato da un segretario comunale e sottostare ad esso”.

“Una polemica che lascia il tempo che trova quella sul Tso e la competenza territoriale, prima di tutto vengono i diritti del malato – replica il sindaco Valerio Viola -. E di fronte alle segnalazioni dei carabinieri e delle strutture sanitarie a un sindaco non resta altro che procedere con gli atti dovuti, come è avvenuto in questo caso. Mi auguro – dice il primo cittadino – che i problemi e le polemiche con il corpo della Polizia municipale e il comandante Gagliano vengano superati e che si torni presto a pianificare il lavoro necessario per garantire ai cittadini i servizi di polizia municipale che da qualche tempo risultano carenti”. 

Articoli correlati…

SAN GIOVANNI GEMINI. ‘Guerra’ tra polizia municipale e sindaco: è stato di agitazione