Sonia Alfano: ‘Potenziare la scorta al Pm Vella’

“Ho conosciuto il dottor Vella per la sua scrupolosità e serietà, che gli ha permesso di assestare colpi micidiali alla mafia della bassa Quisquina, del Belice e dell’agrigentino in generale. Che il suo operato abbia dato fastidio a molti è ovvio.

Quello che è un po’ meno ovvio è che qualcuno sia riuscito a inserire un foglio con minacce nella sua agenda nel bel mezzo di un convegno all’interno di una scuola”.

Lo ha detto Sonia Alfano, europarlamentare e responsabile nazionale del Dipartimento Antimafia di Idv, commentando le minacce ricevute dal pm di Sciacca Salvatore Vella lo scorso venerdì. Il magistrato si era momentaneamente allontanato dal tavolo dei relatori e al suo ritorno ha trovato un foglio di carta contenente minacce tra le pagine della sua agenda.

“Sono molto preoccupata, perchè il clima non è certo dei migliori in quella zona nè altrove – ha sottolineato l’europarlamentare – e questo episodio è particolarmente inquietante per la sua dinamica sospetta. Se ciò è accaduto infatti – prosegue Alfano – evidentemente il dispositivo di sicurezza presenta delle falle e va potenziato, magari revocando tutele e scorte a pseudogiornalisti al servizio del dominus”. “Magistrati come Salvatore Vella sono il cuore dello Stato e andrebbero protetti per la sacralità del loro contributo nei confronti di un Paese come l’Italia, martoriato dal fenomeno mafioso e dalle collusioni e devianze istituzionali” ha concluso.