Sferrazza ‘patron’ dell’Akragas radiato dalla Fgci

Dopo il Daspo, radiato dalla Procura federale il “patron” dell’Akragas, Gioacchino Sferrazza. Sanzioni anche l’ex presidente della squadra di calcio agrigentina Calogero Pontei. Entrambi sono stati puniti e dalla Procura federale, il primo con la radiazione,

per la maglietta fatta indossare alla squadra agrigentina, con l’effige dello stesso Sferrazza, in occasione del derby del Salaci contro il Cammarata, dopo che lo stesso Sferrazza aveva creato il putiferio dedicando una vittoria della sua squadra “all’amico fraterno” Nicola Ribisi, boss emergente di Palma di Montechiaro.

Questa la motivazione dettagliata della sentenza emessa dallaa commissione disciplinare del Comitato regionale della Federazione gioco calcio.

“Sferrazza Gioacchino – per aver violato i doveri di lealtà, probità e correttezza  e  per avere fatto utilizzare alla squadra della A.S.D. Akragas Calcio, in occasione dell’incontro Kamarat-Akragas del 14/03/2010, delle magliette riproducenti il suo volto, nonostante il medesimo si fosse già reso autore di gravi dichiarazioni pesantemente sanzionate dagli organi della Giustizia Sportiva; il secondo, per aver violato dei doveri di lealtà, probità e correttezza e per non avere comunque impedito l’utilizzo, da parte della squadra della A.S.D. Akragas Calcio, delle predette magliette riproducenti il volto del Sig. Gioacchino Sferrazza. Inoltre punizione anche per la società A.S.D. Akragas Calcio, a titolo di responsabilità diretta ed oggettiva, per la violazione ascritta al proprio presidente e rappresentante legale, nonché al proprio presidente di fatto e comunque “patron”. Per cui entrambi si  ritengono  responsabili dei capi di imputazione loro ascritti, di cui all’atto di rinvio a giudizio debitamente notificato agli interessati in epigrafe indicati e singolarmente specificati, infliggendo al Sig. Sferrazza Gioacchino, quale soggetto riconducibile, anche indirettamente, al controllo della società A.S.D. Akragas Calcio e svolgente, comunque, attività all’interno e nell’interesse della predetta società o comunque rilevante nell’ambito dell’Ordinamento Federale, il provvedimento della preclusione definitiva di permanenza in qualsiasi rango o ruolo, nell’ambito della F.I.G.C.; In sede di udienza il rappresentante la Procura federale ha concluso con la richiesta: “ritenere responsabili quanti rinviati a giudizio, giusto atto di deferimento, infliggendo al Sig. Sferrazza Gioacchino un ulteriore anno (un anno) di inibizione da scomputare in seguito ed in proseguo al periodo di inibizione a suo carico già statuito ed in atto operante; al Sig. Pontei Calogero la inibizione di mesi 3 (tre); alla società A.S.D. Akragas Calcio l’ammenda di €. 2.000,00 (duemila)”.

Foto di Gianpiero La Palerma