Incontro antimafia con Libera a Santa Margherita del Belice

Sono stati ricordati con un incontro a Santa Margherita Belice gli imprenditori di Lucca Sicula Giuseppe e Paolo Borsellino, padre e figlio uccisi nel 1993 per mano mafiosa.

L’iniziativa di commemorazione, promossa  dai familiari delle vittime in collaborazione con Libera, si è divisa in due momenti. Prima con una messa nella chiesa Madre celebrata da don Luigi Ciotti. Poi un convegno sul tema “Liberi nella legalità”.  A moderare gli interventi, Benny Calasanzio- nipote delle vittime Borsellino-, intervenuti Antonella Borsellino, familiare delle vittime, il figlio del Maresciallo Guazzelli, Don Luigi Ciotti, il Dott. Salvatore Vella Sostituto Procuratore presso il tribunale di Sciacca, il giornalista Nicola Biondo, Valeria Grasso imprenditrice antiracket, Ignazio Cutrò testimone di riustizia e Nico Miraglia, figlio di Accursio Miraglia l’apprezzato sindacalista antimafia ucciso a Sciacca nel dopoguerra.