Omicidio a Palma di Montechiaro, arrestati fratello e nipoti del sindaco

Il titolare di un bar di Palma di Montechiaro è stato ucciso ieri con un colpo di pistola davanti il suo locale in via Nenni. Si tratta di  Nicolò Amato, di 63 anni. Nell’agguato è rimasto ferito il figlio 26enne. L’omicidio è stato compiuto  davanti al bar durante una lite scoppiata per problemi economici.

La polizia ha eseguito il fermo di tre persone disposto dal sostituto procuratore Santo Fornasier. In manette Vincenzo Bonfanti, 56 anni, fratello dell’attuale sindaco di Palma di Montechiaro, e i suoi due figli, Nicola e Raimondo, di 22 e 24 anni. Vincenzo e Nicola Bonfanti sono già rinchiusi nel carcere agrigentino di contrada Petrusa a disposizione dell’autorità giudiziaria, mentre Raimondo si è dato alla macchia.